Magna Grecia, Murgia e Gravine

  • MAGNA GRECIA, MURGIA E GRAVINE (nel raggio di 130 km)

Qui la pietra è protagonista assoluta. Crepacci profondi, montagne al contrario, grotte naturali, terrazze a mezz’aria e pareti scoscese

  • Taranto (130 km)

Accesso all’isola tramite il ponte girevole

Castello Sant’Angelo o Castello Aragonese

I Pittaggi, rioni della città vecchia con vicoli stretti e palazzi storici

Cattedrale di San Cataldo

MarTa  museo archeologico nazionale di Taranto

Riti della Settimana Santa

  • I Perdoni hanno inizio il giovedì Santo: coppie di confratelli scalzi con un saio bianco e il volto incappucciato, escono in una lenta processione nelle chiese della città vecchia
  • L’Addolorata inizia a mezzanotte dalla Chiesa di San Domenico Maggiore e raggiunge in 14 ore  la città nuova.
  • Il corteo dei Misteri parte alle 17 del venerdì Santo dalla Chiesa del Carmine per finire dopo 15 ore.
  • Pietre, gravine e buona cucina (tour di 75 km circa): Poggiorsini – Gravina in Puglia- Altamura – Cassano delle Murge e Acquaviva delle Fonti – Gioia del Colle

Poggiorsini

Vista panoramica sul tipico paesaggio murgiano e diga del Basentello

Gravina in Puglia

“Sottosopra”

Cattedrale di Santa Maria Assunta

Chiese rupestri, in particolare la Chiesa di San Michele

Sotto il centro storico della città: la gravina sotterranea

La Gravina di Botromagno con il ponte – viadotto Madonna della Stella

Altamura

Mura megalitiche e tumuli

Centro storico e Cattedrale dell’Assunta

Uomo di Altamura nella grotta di Lamalunga, resti di scheletro umano integro risalenti al Paleolitico.

In località Pontrelli, Cava dei Dinosauri, sono state rinvenute nel 1999, su un’area di dodicimila metri quadrati, trentamila orme di dinosauri che risalgono al Cretacico superiore

Pulo di Altamura

museo Archeologico Nazionale

vale un assaggio, il Pane di Altamura

Cassano delle Murge e Acquaviva delle Fonti

Foresta Mercadante

Gioia del Colle

Castello normanno svevo

Museo archeologico nazionale

  • Itinerario Canyon di Puglia: Ginosa- Laterza – Castellaneta – Mottola – Massafra – Crispiano– Grottaglie (tour di circa 80 km)

Ginosa

Dal mare alle grotte, Gravina con vie, scalinate, grotte e chiese

Castello normanno

Insediamenti rupestri e cripte

 

Laterza

Oasi LIPU di Gravina di Laterza

Maioliche laertine

Castellaneta

Gravina di Castellaneta o Gravina Grande (cinge il borgo antico) con vari insediamenti storico-archeologici

Mottola

Chiese rupestri:  San Nicola con il Giudizio Universale e Sant’Angelo

Massafra

Gravina di San Marco

Chiese rupestri: san Antonio Abate, San Leonardo e cripta della Candelora

Cripta di Santa Marina e Santuario della Madonna della Scala

Crispiano

Paese delle “cento masserie”, alcune fortificate e con chiesette affrescate, tutte produttive  con percorsi enogastronomici

Grottaglie

Quartiere dei ceramisti

I “Bianchi di Grottaglie” è la più caratteristica rustica e popolare, caratterizzata da una tavolozza cromatica costituita dal verde marcio, giallo ocra, blu e manganese

I “Capasoni”, sono contenitori di grandi dimensioni destinati a contenere vino

I “Pumi”, classico simbolo grottagliese.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button